Patrocinio per eventi di danza. CID sostiene gli organizzatori

0
46

In considerazione delle particolari finalità sociali e aggregative, culturali e/o sportive, gli organizzatori di manifestazioni di ballo e danza possono ricevere aiuti e supporto da parte di enti pubblici e privati. Insieme a contributi finanziari e sponsorizzazioni è importante anche il patrocinio, che rappresenta una forma simbolica di approvazione, adesione e sostegno morale all’iniziativa cui viene concesso l’utilizzo del logo.

IL PATROCINIO DA PARTE DI ENTE PUBBLICO, Comune, Provincia, Regione può essere a titolo gratuito oppure rilasciato insieme ad un contributo elargito per iniziative esemplari che si svolgono nel proprio territorio e interessino la comunità locale. Per manifestazioni di grande respiro e valore sociale è possibile ottenere anche patrocini di più alto livello, fino all’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Ad esempio, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e i Ministri senza portafoglio possono aderire ad iniziative di alto rilievo culturale, sociale, scientifico, artistico, storico, sportivo attraverso varie forme. La Presidenza del Consiglio dei Ministri concede il patrocinio ad una singola iniziativa, che non può essere accordato in via permanente e più di una volta al medesimo richiedente.

ATTENZIONE: c’è da ricordare che la concessione del patrocinio non dà il diritto automatico ad utilizzare il logo dell’Istituzione che lo ha concesso: il suo utilizzo deve essere sempre esplicitamente richiesto e appositamente autorizzato nei modi e limiti in cui è permesso dai regolamenti. In generale, in caso di autorizzazione, non è possibile modificare le proporzioni, i colori e i caratteri delle diciture; sono inoltre da osservare le norme che vietano l’accostamento con marchi pubblicitari e il posizionamento gerarchico da rispettare per i loghi di diverse istituzioni ed enti pubblici.

PATROCINIO GRATUITO. Per iniziative di vario genere, quali concorsi, rassegne, gare, stages, spettacoli o altre manifestazioni in grado di coinvolgere la collettività o di promuovere il territorio locale – ad esempio con l’arrivo di partecipanti all’evento da altre province, regioni o stati esteri – è possibile chiedere innanzitutto il patrocinio gratuito da parte del Comune, che può essere rilasciato a varie condizioni (solitamente sono escluse le attività di tipo evidentemente commerciale: spesso anche per finalità sociali, culturali o scientifiche è richiesta l’assoluta gratuità o comunque la mancanza di scopi di lucro). Domandare il patrocinio non costa nulla ed è buona norma richiedere la forma gratuita in subordine alla concessione di un supporto economico o materiale finalizzato alla realizzazione del progetto (in questo caso si tratta di “patrocinio oneroso”). In genere la concessione del patrocinio non comporta però l’assunzione di spese o la concessione di contributi finanziari da parte del Comune: ciò non esclude il rilascio di ulteriori autorizzazioni, come l’utilizzo di strutture comunali, la gratuità dell’occupazione di suolo pubblico o delle affissioni, giusto per fare qualche esempio.

IMPORTANTE: la domanda dovrà essere tempestivamente indirizzata al Sindaco e firmata dal legale rappresentante dell’associazione o del comitato che organizza, presentando anche il sodalizio, la manifestazione, i suoi scopi sociali e il “ritorno” a favore del territorio e della popolazione. In genere non ci sono problemi per il patrocinio ad associazioni ed enti senza fini di lucro, così come a soggetti pubblici che realizzano attività di interesse per gli abitanti del luogo, oppure a persone fisiche e giuridiche per eventi a carattere divulgativo.

Oltre a richiedere il patrocinio alle istituzioni pubbliche è opportuno affiancare l’iniziativa anche da altri soggetti senza scopo di lucro, che possano maggiormente avvalorare l’importanza dell’iniziativa e, in generale, il possibile interesse da parte di un pubblico ancora più vasto.

PATROCINIO CONFEDERDANZA. Tutte le associazioni e gli organizzatori che realizzato eventi di danza – a livello artistico, culturale, di spettacolo, sportivo o altra finalità – possono richiedere con semplice email a cid@confederazioneitalianadanza.org anche la concessione di patrocinio gratuito CID. Alla domanda è bene allegare tutte le informazioni possibili sul programma, locandine provvisorie, indirizzi di siti web, contatti, ecc… In caso di concessione si può utilizzare il logotipo della Confederazione Italiana della Danza, che riporta il logo CID-Unesco, utile anche per supportare la richiesta di ulteriori patrocini di Istituzioni e altri Enti pubblici, privati, culturali, sportivi, ecc… Il patrocinio CID si accompagna sempre all’inserimento nel calendario delle attività e nell’agenda degli appuntamenti, insieme alla pubblicazione di articoli informativi e servizi dedicati sul nostro portale web, in modo da veicolare maggiormente la notizia nel network di aderenti e di persone che seguono Confederdanza.it e aumentare la platea dei possibili interessati e partecipanti.