Danzaterapia

0
138

Danza terapeutica

La cosiddetta “danzaterapia” ha radici ataviche, legate a credenze, culti, riti tribali e spirituali di varia natura. Lo sviluppo di questa disciplina è relativamente recente: si citano esempi di danzaterapia già durante la prima metà del secolo scorso, organizzata dapprima in modo empirico ed esperienziale e poi, via via, sulla base di maggiori fondamenti scientifici, correlati a studi neurologici e psicoanalitici.

La danza è trattata come particolare mezzo di comunicazione non verbale, tramite cui ogni persona può comunicare e rivelare inconsapevolmente le proprie necessità, le emozioni, i bisogni e le sofferenze, non solo psichiche. L’idea fondamentale è che il corpo e la mente siano inseparabili e che, per questo, i movimenti del corpo e l’interazione con il contesto ambientale riflettano personalità e stato emotivo, rivelando disagi e limitazioni legate al proprio stato fisico ed emotivo.

Con la guida di terapeuti esperti e qualificati, la danzaterapia può stimolare e favorire il cambiamento emotivo e del comportamento, oppure indurre un rilassamento rigenerativo facendo emergere i blocchi latenti. I cambiamenti che avvengono impiegando varie articolazioni del movimento possono avere un benefico effetto sulla salute psicofisica della persona e far riacquistare al corpo quella fiducia di cui aveva bisogno per innescare i processi armonici di autoguarigione di cui siamo tutti capaci.

In alcuni casi la danzaterapia riprende e rielabora antiche ritualità e ritmi primitivi, accostandosi anche a tecniche di antiginnastica, di respirazione e di meditazione olistica. Per questo la musica (oppure l’uso ritmico e cadenzato del corpo e delle sue parti) viene scelta in modo appropriato e immersivo per stimolare il libero coinvolgimento mentale e corporeo. L’ambiente deve essere appropriato, spazioso, confortevole e rassicurante, con silenziosità, luminosità e temperatura ambiente ben studiate e adattate al caso. Allo stesso modo deve essere comodo l’abbigliamento (spesso a piedi nudi) e idoneo per la danza. La pavimentazione più adatta è quella in legno e senza nessun ostacolo.

A breve tratteremo questo interessante argomento con i contributi di esperti e professionisti del settore e con la recensione di pubblicazioni disponibili in libreria e sulle piattaforme online. Per approfondire vedi anche www.adta.org , il sito dell’American Dance Therapy Association, una delle più importanti istituzioni di riferimento internazionale.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here